Eventi e fiere

Degustazioni, tra territori e identità, nella selezione di The Great Gig in The Wine

admin427 views

Tra il cielo, il mare e la terra, in un autentico scenario di bellezza naturale, una grande degustazione proposta da The Great Gig in The Wine.

Nel cuore dell’Antica Plagianum, che fiera guarda a levante e gode la bellezza dell’aurora col sorgere del sole al mattino e della luna alla sera, unici grandi protagonisti vibranti calici colmi di storie, territori e liquide emozioni.

Thegreatgiginthewine è pura selezione, è amore, passione, ricerca e rispetto per chi ama il vino, per chi ama la terra che pulsa, vive e respira nel calice. 

Nella cornice straordinariamente unica dell’ Hotel Tramonto d’Oro di Praiano, sono stati narrati dai loro vignaioli vini e scenari dei territori dell’Irpinia, Cilento, Roccamonfina, Campi Flegrei, Sannio e Colli Salernitani e un’esclusiva panoramica sui vini della selezione Narbit.

Alcuni delle piacevoli degustazioni in ordine sparso, distinte e univoche emozioni che si sono alternate nei calici.

LAPIANO 2018 Fiano di Avellino DOCG
Tutta la grinta e il brio dei giovani fratelli Melchionno che con la loro passione continuano a tramandare il valore di una terra unica. L’etichetta il “ il Sole e il Lupo”, è infatti un progetto che racconta della sua terra, custodendone e condividendone i valori e i frutti tra vigneti e oliveti di contrada Arianiello, nell’antico comune di Lapio.
Un calice ricco di territorio e fragranza di profumi, e che ben racchiude la tipicità del territorio irpino. Aromi variegati, dall’erbaceo al fruttato, ad un cenno sapido che richiama a fragranti croste di pane di grano antico. Un sorso fresco e indentitario, lungo e sapido.

FRANCESCA FIASCO
Lei una giovane donna con il sole, la passione e l’amore per la sua terra impressi nei suoi grandi occhi. Verità e identità trasmessa pienamente nei suoi blend curati e distinti ognuno con il suo bel carattere:

ERSA PAESTUM rosso 2017
Il nome è l’idiosincrasia del Monte Cerzito e di quello della località Difesa
Cabernet Sauvignon, Sangiovese, Aglianico Barbera e uve a bacca rossa tra frutta e spezie un sorso intrigante e gradevolmente diretto e piacevole.

LAPAZIO PAESTUM bianco 2018
il cui nome è quello di un’erba spontanea che cresce davanti alla sua cantina. Blend di Fiano, Falanghina, Coda di Volpe. Il suo profumo non può che aprirsi tra tonalità erbacee, di fiorellini di campo e camomilla tra freschezza e mineralità. 

DIFESA PAESTUM rosso 2016
il Difesa è un blend di Aglianico, Cabernet Sauvignon, Barbera e vitigni a bacca rossa. Un sorso fresco e agile dal setoso tannino e di buona profondità.

CERZITO PAESTUM rosso 2016
Aglianico, Cabernet Sauvignon, Sangiovese, Barbera e uve a bacca rossa. Matura 24 mesi in tonneau nuove al 50%. Un calice rosso rubino tra profumi di frutta fresca: Pugna, amarena e gelsi neri, con note speziate e accenni balsamici. Un sorso diretto, caldo e molto persistente. 

 IL TOCCO DI BAAL – Casa di Baal
Colli di Salerno IGT – Frizzante rosato sui lieviti da uve 100% Aglianico
Un calice di colore rosa, velato con riflessi arancioni, fresco, croccante, fragrante. Non filtrato e non sboccato, che si presenta quindi integro sui propri lieviti naturali, con deposito in bottiglia. Una bollicina briosa ed allegra dal gusto semplice, piacevole e dissetante come il vino che il nonno ti verserebbe a litri.

FIANO DI BAAL – Casa di Baal
Colli di Salerno IGT – Da uve 100% Fiano un calice dai profumi che ricordano la pesca bianca e la mela annurca, il miele ed i fiori di camomilla. Un sorso sapido, minerale, e fresco, riempie piacevolmente la bocca, molto appagante e dissetante.

ENOZ Fiano “La Monade” Igp Roccamonfina 2019
I terreni si trovano alle pendici del complesso vulcanico spento di Roccamonfina, ci troviamo a Masseria Torricella tra sperimentazione e tradizione. Sua grande particolarità la vinificazione in anfora che si esprime in un calice con intensi profumi di albicocca, miele e una sfumatura mentolata, mentre al gusto ha grande freschezza e sapidità.

Dryas una cantina giovane e dinamica di Montefredane, nel territorio avellinese, fondata nel 2011 dalla passione e la grinta di Stefano. Il nome della cantina è dedicato alla grande quercia secolare, in greco antico “drys”, che domina il vigneto. Il Fiano di Avellino, uno dei vitigni più antichi e rappresentativi della campagna irpina, interpretato con dinamiche e spumeggianti bollicine.

BRUT METODO CLASSICO Dryas
Spumante ottenuto da uve 100% Fiano prodotto con metodo classico e a dosaggio zero. Sboccatura dopo 24 mesi di sosta sui lieviti e 2 mesi di riposo in bottiglia prima di uscire dalla cantina. Espressione originale di un terroir unico, ottimo equilibrio e struttura elegante.  Un calice dal perlage fine e persistente, il primo profumo che ricorda è di crosta di pane tipico degli spumanti a metodo classico, poi fiori bianchi e frutta matura, con note  minerali. Un sorso dal finale pieno e persistente.

BRUT CHARMAT DRYAS
anche lui ottenuto da uve Fiano.  La rifermentazione controllata in autoclave fa sicuramente esprimere al meglio il delicato profumo e il sapore aromatico. Un calice fruttato e floreale, tra mela e fiori d’arancio. Un sorso fresco e di buon impatto che la bocca accoglie piacevolmente.

MIULIN-À-VENT AOC, Les Petits Bois, Guillaume Chanudet, 2018
100% gamay noir da vigne ad alberello di 80anni a Fleurie, in pieno Beaujolais, fermentazione spontanea e senza lieviti aggiunti. Un elegante e sottile rosso rubino ci conduce tra profumi di frutti di bosco, prugna, lampone, fiorellini di lavanda e di lillà, e note speziate che distinte si susseguono al naso. Un sorso morbido, con una trama molto aggraziata, dal tannino sottile e setoso. Un finale con una trama acida e minerale penetrante da renderlo irresistibile al palato.

ANITYA 2017 Emmanuel Haget
siamo nella regione di Saumur nel cuore della Loira, un nitido e identitario  Chenin 100%. Il nome deriva dal buddismo e significa “impermanenza” perché niente è costante, dal punto di vista materiale e spirituale, ma cambia sempre, proprio come il vino. Un calice che si apre tra profumi ricchi e intensi, note di pepe bianco, pera, mela cotogna, un tocco floreale e accenni minerali. Una buona trama acida che conferisce al vino una grande freschezza. Un sorso dal finale lungo e di buon equilibrio.

COSTE DANJOU BANESSY COTES CATALANES 2018
Nella regione francese , Languedoc-Roussillon da uve 100% Macabou.
Fermentato e invecchiato in tonneau usate. Un calice aromatico e raffinato tra profumi di frutti gialli  e note esotiche. Un sorso energico e ben bilanciato con tensione e persistenza sul finale.

Un vero e proprio concerto di emozioni, di territori e profumi distinti,  vibranti note tra verità e identità. Il vino come cassa di risonanza che dà emozioni pure, non mediate… Perché del resto il vino, come la musica, è arrivato prima di ogni teoria e unisce perfettamente il tempo e lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *